News

Fondi sanitari integrativi, come utilizzarli per la fisioterapia e la riabilitazione

10 febbraio 2021

Forse ti sarà già capitato, a fronte di qualche problematica di salute, di prendere in considerazione un programma di cure o terapie, o magari anche più di uno; sicuramente i costi di questi percorsi possono rappresentare un fattore importante, quando si tratta di scegliere lo specialista o la struttura a cui affidarsi.

Quello che forse non sai è che oggi esistono varie possibilità per avere un sostegno alle spese di natura medica, incluse quelle legate a un programma di fisioterapia o di riabilitazione, soprattutto nel caso di traumi importanti e quindi di percorsi di recupero medio-lunghi.

Guarda e impara gli esercizi per un corretto riscaldamento

 

Si parla infatti di assistenza sanitaria integrativa in riferimento ad una delle varie forme di tutela per il sostegno alle spese medico-sanitarie con cui si integra o sostituisce l'offerta del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Può essere sottoscritta in forma individuale oppure collettiva, in relazione alla professione e alla categoria lavorativa di appartenenza, in maniera volontaria o automatica.

Le spese che queste forme di assistenza possono coprire interessano le prestazioni in strutture sanitarie private, così come i servizi presso strutture residenziali, semiresidenziali o in forma domiciliare e le prestazioni non comprese nei livelli essenziali di assistenza (LEA), ovvero tra quelle che il SSN è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket).

A seconda degli accordi con l’ente erogante, puoi usufruire del sostegno economico in forma:

  • diretta (quando cioè l’ente sostiene immediatamente i costi della prestazione medica): in questo caso, potrai godere dei servizi senza anticipare alcun costo, salvo franchigie esistenti;
  • indiretta (quando è l’utente ad anticipare le spese e, successivamente, riceve dall’ente convenzionato il rimborso previsto): in questo caso, provvederai al saldo delle prestazioni, quindi, dietro presentazione delle fatture e della documentazione alla tua compagnia, sarai rimborsato, totalmente o parzialmente, a seconda delle condizioni concordate;
  • mista: alcune polizze prevedono un rimborso con copertura diretta degli onorari della casa di cura, e indiretta rispetto ai costi dell’équipe medica.

Vediamo ora le principali tra queste forme di sostegno:

 

Assicurazioni

Tra i prodotti offerti dalla maggior parte delle compagnie assicurative, ci sono assicurazioni sanitarie che offrono la copertura più adatta in caso di spese mediche, infortuni, ricovero ed anche invalidità. Le polizze vengono sottoscritte individualmente e possono prevedere condizioni personalizzate di tutela e supporto, estendibili anche alla tua famiglia.

 

Fondi sanitari integrativi

Si tratta di accordi, che possono essere collettivi se inclusi nel contratto nazionale di lavoro (CCNL); oppure aziendali quando vengono concordati singolarmente dall’azienda o dal datore di lavoro, ad esempio nell’ambito del welfare aziendale. In tutti i casi, questi fondi riservano ai lavoratori forme di assistenza sanitaria che sostituiscono o integrano quanto previsto dal Servizio sanitario nazionale. I fondi sanitari integrativi accreditati sono iscritti ad un’apposita anagrafe nazionale istituita presso il Ministero della Salute.

 

Enti, casse e società di mutuo soccorso

Sono organizzazioni private no-profit che prevedono servizi solidali per i propri associati. L’adesione a queste realtà è volontaria e può essere permanente o temporanea; i vantaggi riguardano prestazioni LEA ed extra LEA. Nella maggior parte dei casi, i costi di adesione a queste forme di assistenza integrativa sono soggetti a detrazione IRPEF, anche se per questi dettagli ti suggeriamo di rivolgerti al tuo ente di appartenenza.

 

Credito al consumo

Si intende un finanziamento concesso alle persone fisiche e alle famiglie per permettere loro l'acquisto di beni e servizi o la rateizzazione di spese come quelle mediche e sanitarie. Si tratta di finanziamenti a breve termine, concessi per sostenere le spese correnti e le attività di consumo, e in Italia possono essere erogati sotto forma di prestiti personali solo dagli istituti bancari e dagli intermediari autorizzati.

 

Come sapere se ne hai già diritto?

Se hai già una compagnia assicurativa di fiducia, puoi rivolgerti a lei per conoscere i suoi servizi in ambito medico-sanitario e le condizioni previste; inoltre, in certi casi, potrai negoziare direttamente agevolazioni specifiche.

Ci sono però alcuni casi in cui potresti già aver diritto a un’assistenza sanitaria integrativa. In che modo? Lavoratori dipendenti, professionisti, pensionati e membri di associazioni di categoria possono facilmente verificarlo:

  • controllando se nel cedolino della tua busta paga sono indicate trattenute per fondo sanitario o cassa mutua;
  • chiedendo informazioni all’ufficio personale del datore di lavoro, al tuo sindacato, patronato, CAF o commercialista;
  • chiedendo informazioni all’ordine professionale di appartenenza;
  • rivolgendosi all’ex datore di lavoro o al sindacato (per i pensionati);
  • contattando la centrale operativa della compagnia o il tuo agente.

Un’altra possibilità è quella di verificare se la tua azienda ha attivato un programma di welfare aziendale, e in caso quali servizi e prestazioni sanitarie siano eventualmente incluse: si tratta di opportunità a cui le imprese ricorrono sempre più spesso, ad esempio legandosi a piattaforme nazionali specializzate sulle quali i propri dipendenti possono scegliere prodotti e servizi per un importo prefissato, oppure con piani di welfare individuali o collettivi; tutto ciò permettendo loro di beneficiare del rimborso delle spese sanitarie per sé e per la propria famiglia, mentre l’azienda si avvale della deducibilità dei costi sostenuti per il benefit offerto.

 

La nostra esperienza

Ospedali Privati Forlì ha siglato da tempo accordi con un’ampia gamma di fondi sanitari integrativi, assicurazioni sanitarie, enti e casse mutue nazionali, offrendo agli utenti un’ampia scelta di agevolazioni per prendersi cura della loro salute, e al tempo stesso alle imprese molte possibilità per i loro programmi di welfare aziendale.

In questo senso il Gruppo, tramite i propri consulenti, è disponibile a definire programmi individuali con le aziende, in relazione agli obiettivi ed al budget destinato al piano; inoltre, aderisce ad alcune piattaforme come Jointly e Welfare gratis. Tante sono le opzioni tra i servizi a cui accedere, come check up personalizzati, pacchetti di ricovero programmati per percorsi riabilitativi, metabolici o diagnostici, ma anche piani di remise en forme, percorsi wellness e fitness, programmi di attività fisica e motoria con personal trainer, programmi individuali di potenziamento sportivo, trattamenti di medicina e chirurgia estetica, fino a voucher e gift card.

Le condizioni concordate da Ospedali Privati Forlì variano a seconda degli enti (qui l’elenco completo sempre aggiornato), hanno validità su tutto il territorio nazionale e possono riguardare qualsiasi tipo di prestazione, ambulatoriale o chirurgica, diagnostica o terapeutica, da svolgersi in una delle strutture del Gruppo: Villa Serena, Villa Igea, Villa Orchidee o Centro Medico Cervia.

Oltre al rimborso, totale o parziale, delle spese, le agevolazioni possono prevedere, a seconda delle condizioni concordate:

  • nessuna anticipazione dei costi (salvo franchigie in essere);
  • costi agevolati per le prestazioni;
  • riduzione dei tempi di attesa;
  • percorso di accesso dedicato e semplificato;
  • accoglienza con condizioni di maggior confort su molte prestazioni sanitarie erogate dalle strutture di Ospedali Privati Forlì.

Come fare? Se sei beneficiario di una copertura sanitaria integrativa, devi innanzitutto verificare le condizioni a te riservate presso l’ente erogante, comunicando a quale prestazione medico-sanitaria sei interessato e la struttura che hai scelto, chiedendo l’autorizzazione almeno 5 giorni prima. A quel punto, puoi rivolgerti all’Ufficio privati e assicurati di Ospedali Privati Forlì chiamando il tel. 0543.454115 o scrivendo a convenzioni@ospedaliprivatiforli.it.

 

Se per il futuro vuoi prevenire gli infortuni con un corretto riscaldamento, guarda i nostri suggerimenti!

 

GUARDA E IMPARA GLI ESERCIZI per un corretto riscaldamento


 Precedente Successiva