Protezione solare e bambini, cosa fare in estate

18 maggio 2022

L’estate è un periodo dell’anno molto insidioso per la pelle dei bambini, più esposta al sole ma anche a punture di insetti e a rischi infettivi associati all’esposizione solare e al caldo. Per questo, occorre tenere a mente alcune raccomandazioni.

Innanzitutto, in estate si consiglia di evitare l’esposizione diretta al sole, nelle ore centrali della giornata (dalle 11 alle 16 circa) o in toto se il piccolo ha meno di 6 mesi. Per quanto riguarda la protezione solare, gli accorgimenti da adottare vanno dall’utilizzo di ombrelloni o tende con protezione anti UV (sotto le quali i bambini si possono riposare) a quello di cappellini, meglio se a falda larga e in grado di proteggere collo (in particolare la parte posteriore) e orecchie. In termini di abbigliamento, sono consigliabili indumenti a manica lunga, girocollo, preferibilmente di colore scuro e a trama fitta, anche durante il bagno; utili possono risultare, in particolare se il bambino ha occhi di colore chiaro, occhialini da sole con filtro UVB e UVA.

Insieme a questi accorgimenti, è ovviamente fondamentale l’utilizzo di creme protettive con filtri solari UVB e UVA con fattore di protezione molto alto (30+/50+) e resistenti all’acqua: esistono prodotti specifici per i bambini, a seconda del fototipo e di eventuali patologie cutanee preesistenti, che vanno applicati più volte nel corso della giornata, in genere ogni 2 ore e sicuramente prima dell’esposizione al sole e nuovamente dopo il bagno. In alcuni casi sono utili fotoprotettori sistemici a complemento delle creme solari.

Oltre al sole, come detto, esistono altri “nemici” della pelle, come gli insetti che a volte possono causare reazioni molto intense e mimare altre patologie cutanee o infettive. Molto importante è tenere d’occhio come si comporta la pelle del bambino in risposta a questi agenti esterni, e in caso di eventuali reazioni ritenute sospette, contattare uno specialista. Infine, in estate sono più frequenti anche patologie cutanee infettive favorite dal caldo, dall’umidità, dalla macerazione e dal contatto con la sabbia: impetigine contagiosa, follicoliti e infezioni micotiche sono tra le più comuni.

A questo proposito, per qualsiasi informazione o necessità di diagnosi più approfondita in ambito pediatrico, il servizio di Dermatologia di Ospedali Privati Forlì (referente: dr.ssa Federica Giacomini) è a disposizione degli utenti anche nel periodo estivo: è sufficiente contattarci al tel. 0543.454111 (Villa Serena) o 0544.964420 (Centro Medico Cervia).


 Precedente Successiva